:::: MENU ::::






giant tomatoes !

Come ben sapete io ed Henry siamo degli avanguardisti, come avenguardisti riceviamo spam che la gente normale non riceve, l’immagine che vedete in questo post e’ un esempio degli spam particolari che riceviamo: pomodori giganti ! enlarge your penis e’ uno spam regolare, viagra e cialis sono all’ordine del giorno, ma dei pomodori giganti, fino a qualche giorno fa’ non ne avevo mai sentito parlare; nel soggetto della mail uno sloga che dagli anni 70 non sentivo piu’: as seen on TV !

E’ sicuramente una proposta allettante per i redneck americani ma mi chiedo chi in centro a Milano possa essere attratto dall’idea di avere una pianta di pomodori giganti… infatti l’indirizzo del produttore di queste sementi è il seguente: dmt -224 Datura street, Suite 1300 West Palm Beach, FL 33401

Datura street, indirizzo particolarmente weird ! ed ora, una notizie weird da Napoli: Metrò, installati i wc con l’«antifurto»
L’ad De Luca: «Finti idraulici li rubavano». I nuovi gabinetti sono un monoblocco d’acciaio. Costo: 1 milione

Il wc d’acciaio della metropolitana

NAPOLI — C’erano una volta i finti camerieri, e i conti del ristorante pagati due volte. Ora ci sono i finti idraulici, e a pagare due volte (se non di più) è Metronapoli. Due giorni fa, la società partecipata che gestisce il trasporto pubblico in funicolare e metro ha inaugurato, assieme ai nuovi «totem » Infopoint che forniscono informazioni a turisti e cittadini con grandi monitor touch-screen, una serie di nuove toilette monoblocco in acciaio. Un milione di euro la spesa per montare i nuovi bagni in tutte le stazioni della linea 1 (tranne che a Materdei) e nelle stazioni della funicolare di Chiaia «Parco Margherita» e «Cimarosa », in quella della funicolare centrale «Piazzetta Duca d’Aosta », e in quella della funicolare di Montesanto «Morghen». I nuovi bagni sono a pagamento: per servirsene bisogna inserire 20 centesimi nell’apposita feritoia, e attendere che la pesante porta d’acciaio — simile a quella di un caveau — si apra automaticamente.

Le «toilette di massima sicurezza» sono autopulenti, autoigienizzanti, riservatissime, tutto sommato economiche, e soprattutto non si possono rubare. Rubare le tazze dei water, esatto, a Napoli succede anche questo. E’ lo stesso amministratore delegato di Metronapoli, Filippo De Luca, a raccontare che in diverse occasioni, persone vestite da idraulico si sono introdotte nei bagni delle stazioni per asportare lavabi e water. «Abbiamo installato dei bagni d’acciaio monoblocco: se riescono a rubarli anche così, davvero non ho altre risorse per impedirlo », sospira l’ad di Metronapoli con l’ironia garbata che gli è propria, sorprendendosi positivamente del fatto che nessuno, tra i giornalisti presenti all’inaugurazione, abbia storto il naso davanti ai nuovi wc a pagamento. Forse che 20 centesimi sono una cifra accettabile, davanti alla prospettiva di usare una toilette pulita e con la porta d’acciaio? Oppure con la globalizzazione ci si è accorti che altrove quella di versare una piccola cifra per avere una toilette pulita è una consuetudine ben accettata? Ironia a parte, adesso i finti idraulici dovranno versare 20 centesimi per entrare in bagno, fare i conti con i nordici water d’acciaio, fare i conti soprattutto nelle proprie tasche. Nel senso: varrà la pena di inscenare una specie Ocean’s Eleven per rubare un lavabo che somiglia a una ciotola d’acciaio, e un water che non lo rivendi neanche al mercato delle pulci? E’ vero, non si può mai dire. L’azienda, però, ce la sta mettendo tutta.

post di Gas

pensatore, sbevazzone, illuso, lussurioso.



IL SOSPETTO

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=pSh6LMCDoUM&hl=it&fs=1]

L’episodio “perduto” de I Nuovi Mostri, diretto da Ettore Scola ed interpretato da Vittorio Gassman, che non appare in nessuna versione attualmente in commercio o trasmessa in televisione. Da pellicola Super8.

post di Gas

pensatore, sbevazzone, illuso, lussurioso.


Il Senato ha approvato il filtraggio dei siti con l’emendamento D’Alia, senatore UDC e compagno di banco di Cuffaro. Se, in futuro, un blogger dovesse invitare a disobbedire a una legge che ritiene ingiusta, i provider dovranno bloccarlo. Di leggi ingiuste ne sfornano una al giorno. C’è solo l’imbarazzo della scelta. La prima è stata il Lodo Alfano e l’ultima la denuncia da parte dei medici dei clandestini che si fanno curare. La legge D’Alia può obbligare i provider a oscurare un sito ovunque questo si trovi, anche se all’estero. In pratica schierano i server alle frontiere invece che gli eserciti.
Di fronte a queste leggi l’unica risposta è la disobbedienza civile.

Visitate il link x saperne di più… http://punto-informatico.it/servizi/ps.asp?i=2543670

post di Gas

pensatore, sbevazzone, illuso, lussurioso.


Pagine:1...567891011...34